Fandom

Witcher Wiki

Caccia Selvaggia

3 032pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments2 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Cutscene wild hunt.png

Caccia Selvaggia

La Caccia Selvaggia è un gruppo di spettri condotti dal Re della Caccia Selvaggia, considerato un presagio di sventura e morte. Si dice che appaia spesso durante l'inverno.

Geralt, Yennefer e Ciri sono venuti strettamente in contatto con questi spettri, direttamente o tramite sogni. In The Witcher 3: Caccia Selvaggia, la Caccia giocherà un ruolo cruciale nella storia, durante la quale cercherà disperatamente di catturare Ciri.

Le misteriosi apparizioni e scomparse di quelle persone che sembra che soffrano gli effetti di una qualche sorta di dilazione temporale, sono imputate a questi spettri. Questi individui ritornano dai loro cari alcune decadi dopo che sono stati rapiti, ma non appaiono affatto invecchiati.

In verità, la "Caccia Selvaggia" non è esattamente un gruppo di spettri, bensì una cavalleria elfica condotta da Eredin Bréacc Glas e conosciuta come i Dearg Ruadhri, o "Cavalieri rossi" in Lingua Antica.

Durante gli eventi narrati ne Il Tempo della Guerra, Ciri viene inseguita dalla Caccia Selvaggia alle porte di Hirundum. Solo l'intervento provvidenziale di Yennefer le permette di salvarsi.

Un'altra apparizione avviene all'inizio del romanzo La Torre della Rondine, quando l'orda spettrale si manifesta in concomitanza di Velen, l'equinozio d'autunno. Questa venuta è considerata particolarmente devastante e violenta, contando che solo nei pressi di Novigrad scomparvero duecento vittime. Dalle Montagne del Drago sino alle propaggini meridionali dell'Impero, moltissime persone ebbero incubi, allucinazioni e visioni durante la cavalcata della Caccia, in particolare coloro che possedevano un legame con Ciri,.

Sempre ne La Torre della Rondine, la Caccia Selvaggia appare nuovamente quando Ciri è in procinto di entrare a Tor Zirael, inseguita da Leo Bonhart. L'orda spettrale impedisce al cacciatore di taglie di seguire la ragazza nella torre.

Nell'ultimo romanzo La Signora del Lago, Ciri, trasportata nel mondo degli Aen Elle, scopre che la Caccia Selvaggia altro non è se non una compagnia di cavalieri elfici, i Dearg Ruadhri, comandati da Eredin Bréacc Glas. Sebbene in grado di viaggiare tra i mondi attraverso la Spirale, essi hanno perduto l'innata capacità di teletrasporto a causa della Congiunzione delle Sfere, perciò si manifesta come la proiezione di un'orda spettrale. Tra i vari misteriosi compiti che gli sono affidati, vi è quello di rapire Ciri per portarla al cospetto del re degli Aen Elle, al fine di generare un figlio che, grazie al Sangue Antico della ragazza, possa un giorno portare alla salvezza gli esseri viventi dal cataclisma distruttivo al quale sono destinati.
Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Nel videogioco The Witcher Modifica

Il Re della Caccia Selvaggia compare in vari punti nel corso del gioco. Pare che questo spettro stia alle calcagna del nostro erore passo per passo. Sembra anche che tragga piacere nel sentenziare distorte interpretazioni degli eventi passati.


Dal diario Modifica

"La Caccia Selvaggia è un'orda di spettri che vaga per il cielo durante una tempesta, preannunciando un disastro. L'apparizione della Caccia Selvaggia è presagio di guerre e sventure, come l'avvistamento di una cometa. A volte, gli spettri della Caccia Selvaggia appaiono negli incubi di coloro che sono maledetti o segnati dal destino"

Luoghi Modifica

Fonte Modifica

Note Modifica

  • Geralt non teme il Re della Caccia Selvaggia. I Segni e una spada d'argento possono essere molto efficaci contro questo mostro.
  • Nel Prologo, Lambert dice in una conversazione che la Caccia Selvaggia era nei paraggi quando Eskel e Vesemir trovarono Geralt. Dice anche che Triss Merigold ha sollecitato i witcher ad andare da lui e cacciare gli spettri.
  • Nella missione "Il fardello del passato", incontri il Re della Caccia Selvaggia registrando una voce nel diario su questa creatura.
  • L'eremita darà la missione "A caccia della Caccia Selvaggia". Descrive la Caccia Selvaggia come "...un gruppo di spettri ossessivi, che attraversano i cieli in cerca di anime come loro. Sono sensibili alla magia, specialmente a quella rituale."
  • Nell'Epilogo, Geralt può parlare con l'Eremita della Caccia Selvaggia. La conversazione non aggiunge alcuna voce al diario (neppure al bestiario, se per caso ne avessi bisogno).
  • Se Geralt uccide il Re, può cercare tra i suoi resti gli Effluvi della caccia con o senza la voce nel Bestiario e per i relativi ingredienti di questa creatura.

In The Witcher 2: Assassins of KingsModifica

Tw2 king wild hunt flashback 1.jpg

La Caccia Selvaggia in un flashback di TW2

Nel videogioco, si può acquistare un libro che contiene informazioni su questo fenomeno. Leggendolo si acquisiscono le seguenti informazioni nel Diario.

La Caccia Selvaggia è una sorta di "nemesi" per Geralt e si parla di questi spettri per tutto il corso della trama del gioco.

Dal diario Modifica

Il poema "Il Canto della Caccia" è un libro raro come una perla, nonché un mucchio d'idiozie sulla Caccia Selvaggia. Gli esperti in materia sarebbero disposti a uccidere per ottenerne una copia, anche se, fortunatamente, tali individui non sono molti. La narrazione stratificata porta il lettore nel mondo della fantasiosa immaginazione dell'autore, dove a ogni verso corrisponde una relativa interpretazione. Nell'opera, la verità si fonde con la fantasia, ma non contiene niente d'interessante per chi ricerca la Caccia Selvaggia.
Secondo gli appunti di un mago che aveva trascorso tutta la vita a studiare il fenomeno della Caccia Selvaggia, le incursioni dei wraith nel nostro mondo erano spinte da un misterioso potere.
Secondo la tradizione e i racconti dei testimoni oculari, la Caccia Selvaggia rapisce le persone e le costringe a unirsi alla sua folle cavalcata per i cieli. Il suo raccolto è particolarmente ricco prima o durante una grande guerra, come quella di Novigrad di qualche anno fa, quando oltre venti persone sparirono senza lasciare traccia dopo il passaggio della Caccia. Alcune delle vittime sono riuscite a fuggire e sono tornate nel mondo dei viventi, ma le loro storie sono così straordinarie da farli considerare pazzi.

In The Witcher 3: Caccia Selvaggia Modifica

La Caccia Selvaggia giocherà un ruolo importante nel terzo capitolo. Nei trailer promozionali si vedono i Cavalieri della Caccia attaccare villaggi e portare coloro che catturano in una nave. Il Re della Caccia sta disperatamente cercando Ciri.

Note Modifica

  • La Caccia Selvaggia è un mito del folklore europeo. Ci sono molte leggende sulla Caccia, la cui più famosa è quella che dice che la cavalcata sia guidata dal dio Odino.
  • Si dice che l'eroe medievale tedesco Dietrich von Bern sia stato portato via dalla Caccia al termine della sua vita.
  • Vedere i Cavalieri della Caccia è pericoloso ed è ritenuto presagio di morte, poiché i Cavalieri sono considerati anime dei morti che vagano nei cieli.
  • L'apparizione della Caccia Selvaggia è anche ritenuta presagio di guerra e sventura.
  • I rapimenti attribuiti alla Caccia sono più comuni o abbondanti durante le guerre.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso