FANDOM


Okładka miecz przeznaczenia2.jpg

Ciri nella copertina polacca di Miecz przeznaczenia (La Spada del Destino)


Cirilla Fiona Elen Riannon (conosciuta come Ciri o il Cucciolo di leone di Cintra) è nata nel 1251, probabilmente a Belleteyn. Ciri è la principessa di Cintra, figlia di Pavetta e Duny (di Erlenwald), nipote della regina Calanthe ed unica erede al trono.

Ciri è uno dei personaggi principali della Saga Witcher e compare per la prima volta in La Spada del Destino, raccolta di racconti scritti da Andrzej Sapkowski.


Gli eventi che portano all'incontro tra Ciri e lo strigo Geralt di Rivia hanno inizio nel racconto "Una Questione di prezzo", nel quale si narra di come Geralt liberò Istrice di Erlenwald da una maledizione. Geralt fece un patto con il cavaliere secondo l'antica usanza della Legge della Sorpresa, secondo il quale il cavaliere avrebbe dato allo strigo il suo figlio ancora non nato. Subito dopo la fine della maledizione infatti, Duny e Pavetta già incinta, si sposarono ed ebbero una figlia. Sei anni dopo la sua nascita, Geralt fece ritorno a Cintra per prendere quel bambino legato a lui dal Destino. Lo strigo non sapeva ancora che si trattava di una femmina, tuttavia la regina Calanthe si oppose con tutte le sue forze e infine Geralt decise di rinunciare alla bambina. Quattro anni dopo, nel racconto "La Spada del Destino", Geralt e Ciri s'incontrarono per caso nella foresta di Brokilon, dove lo strigo salvò la vita alla bambina. Ma neppure in quel caso Geralt si decise a prenderla con sé, decidendo quindi di voltare alle spalle al Destino. Fu soltanto poco tempo dopo che Ciri e Geralt s'incontrarono di nuovo nel Sodden Inferiore e questa volta, Geralt decise di non separarsi da lei. Durante l'assedio di Cintra e l'invasione dell'Impero di Nilfgaard, l'intera corte si suicidò e la regina Calanthe morì gettandosi dalla torre del castello per non essere fatta prigioniera dal nemico. Un cavalire nilfgaardiano, Cahir Mawr Dyffryn aep Ceallach, tentò di catturare Ciri che riuscì invece a fuggire e vagò nel regno di Sodden. Infine si riunì di nuovo a Geralt il quale stavolta decise di non lasciarla più. Gli eventi sono narrati nel racconto "Qualcosa di più".

Geralt condusse la bambina a Kaer Morhen, dove con l'aiuto di Triss Merigold iniziò in parte l'addestramento da witcher (ma non la mutazione).

Quando scoppiò una sommossa sull'Isola di Thanedd, sulla quale si trovava in compagnia di Geralt e Yennefer, Ciri riuscì a fuggire attraverso un portale magico e fu teletraportata nel Deserto di Korath, nel quale vagò sola fino a che non cadde svenuta. Fu rinvenuta da una banda di briganti, i Trappole, mandata dal prefetto di Amarillo per cercarla e catturarla. La banda condusse Ciri a Glyswen, dove riusciì a liberarsi e poi si unì alla banda dei Ratti, sotto il falso nome di Falka. Successivemanete un cacciatore di taglie, Leo Bonhart, fu ingaggiato da Stefan Skellen (al servizio dell'Imperatore di Nilfgaard) di uccidere Ciri e dal barone Casadei di catturarla viva. Bonhart massacrò i Ratti e tagliò loro le teste, ma non uccise Ciri, né la condusse dal barone Casadei. Bonhart l'imprigionò invece, picchiandola e torturandola per costringerla a combattere nell'arena di Claremont. Ciri riuscì a fuggire infine da Bonhart. Il cacciatore tentò di riprenderla e nello scontro la ferì molto gravemente. Tuttavia la fanciulla scappò e si nascose nell'eremo di Vysogota di Corvo, nella quale fu curata. Bonhart continuò a darle la caccia, ma Ciri infine giunse a Tor Zirael, attraversò il portale magico e finì nel mondo degli Aen Elle.

Bonhart infine fu ucciso da Ciri al castello di Stygga, con l'aiuto dei suoi più cari amici e genitori adottivi, Geralt di Rivia e Yennefer e il vampiro Regis.

Questi eventi sono narrati nei racconti "Una Questione di prezzo", "La spada del destino" e "Qualcosa di più" e nei libri romanzi della Saga Witcher.

Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Note Modifica

In Il Sangue degli Elfi, si dice che il nome di Ciri deriva dal termine in Lingua Antica Zireael, che significa rondine.

The Hexer film e serie TVModifica

Ciri-series.jpg

Marta Bitner è Ciri in The Hexer serie TV

In The Hexer, Ciri era interpretata da Marta Bitner.

Nel videogioco The Witcher Modifica

In The Witcher, nel Capitolo IV, il locandiere della locanda, al villaggio di Acque Oscure, racconta a Geralt la storia di una fanciulla che fu una maga, una principessa e un witcher. Si riferisce evidentenmente a Ciri, anche se la fanciulla non fu mai veramente una witcher perché non subì la Prova delle Erbe e le successive mutazioni a cui sono obbligati tutti i witcher.

In The Witcher 2: Assassins of KingsModifica

Nel sequel del videogioco originale, The Witcher 2, Ciri viene solamente menzionata in uno dei flashback di Geralt, quando il witcher ricorda della sua morte. Nel gioco si dice che una fanciulla dai capelli color cenere, accompagnata da un unicorno, compare a Rivia e portò via con sé i corpi dei due amanti, Geralt e Yennefer, probabilmente sull'Isola di Malus.

In The Witcher 3: Caccia SelvaggiaModifica

Nel terzo capitolo della saga Ciri sarà uno dei personaggi giocabili, durante il quale sarà inseguita dalla Caccia Selvaggia .




Dinastia di Cintra
early Stemma di Cintra

Attuale stemma di Cintra

Cerbin • Correl • Coram I • Coram IICorbettDagoradCalantheRoegnerEist TuirseachEmhyr var Emreis
Regine
Becca di Nazair • Eschiva di Sodden • Rigoberta di Lyria • Fiona di TemeriaElen di KaedwenAdaliaCalantheCirilla
Altri membri della famiglia reale
CirraPavettaCirilla

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale