Fandom

Witcher Wiki

L'apparizione del drago

3 032pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commenti0 Condividi

L'apparizione del drago è una missione del Capitolo III di The Witcher 2: Assassins of Kings, comune ad entrambi i sentieri Roche e Iorveth.

Guida Modifica

Ottieni la missione automaticamente una volta terminato Il vertice dei maghi, quando il drago compare e incendia l'Anfiteatro di Loc Muinne, prima di portare in salvo la maga Sheala de Tansarville e rifugiarsi sulla cima di una torre.

Segui l'unica strada libera dalle fiamme ed entra nella torre. Durante la tua scalata, il drago attacca a sopresa sfondando la parete, ma non può farti danno in questa parte. Una volta giunti in cima, trovi Sheala de Tansarville e il suo marchingegno, il megascopio. Sheala tenta di convincerti a farti da parte e ti rivela anche il vero nome del drago, Saesenthessis. La maga è sul punto di teletrasportarsi e ti spiega in parte il ruolo della Loggia delle Maghe negli assassini dei re. Sheala afferma di aver pianificato solo la morte di Demavend, ma di non aver nulla a che fare né con Foltest, né con Henselt. Ti racconta anche il rapporto di Letho con la Loggia e che l'Impero di Nilfgaard sta avanzando alla conquista dei Regni Settentrionali.

Prima di scomparire però, qualcosa nel megascopio va storto e la maga ti supplica di aiutarla. Se decidi di aiutarla, rimuovi la pietra difettosa nel marchingegno e Sheala ti ringrazia rivelandoti che Yennefer si trova a Nilfgaard. Se invece decidi che è tempo che la maga paghi per i suoi delitti, lascia le cose come stanno e Sheala esploderà insieme con il megascopio.

A questo punto, il drago sfonda di nuovo la parete e ti attacca. Proteggiti con Quen e poi colpiscilo con la spada d'argento. Ma il vero scontro con la creatura si svolge sul tetto dell'edificio, dove ti aspetta dopo che gli hai inflitto abbastanza danni (circa il 50%).

Questa battaglia è probabilmente una delle più difficili del gioco e devi essere ben preparato. Puoi usare tutti gli unguenti che ritieni necessari, ma considera che sono quasi del tutto inutili in questa battaglia. Purtroppo non puoi meditare, quindi non puoi usare nessuna delle pozioni. Ma non dovresti averne bisogno se ti sei equapaggiato con le armi e le armature giuste (per esempio l'Armatura del vran o, se giochi in modalità Oscuro, uno dei set disponibili).

Quando sei pronto, arrampicati sul tetto. Il drago è vulnerabile solamente quando si posa sulla torre. Devi approcciare alla creatura possibilmente di fianco alla testa, a destra o a sinistra e poi colpiscilo con lo Stile Forte click detro. Allontanati in fretta dopo averlo colpito, perché il drago ti balza addosso abbastanza spesso, atterrandoti. Quando si trova in aria, il drago sputa fuoco sulla torre, oppure si nasconde oltre il bordo e ti colpisce con la cosa. Quando avviene, cerca di non restare mai fermo in un punto, ma muoviti in continuazione e schiva premento spazio. Nessuno dei segni è utile in questo scontro, tranne Quen, che conviene lanciare molto spesso.

Una volta che lo hai colpito a sufficienza, c'è un QTE nel quale Geralt balza addosso al drago. Premi click sinistro. Se per caso non riesic a clickare in tempo (o se il gioco crasha), non preoccuparti, perché la partita viene salvata automaticamente proprio a questo punto.

Durante il tuo volo con il drago, premi Click destro per restare aggrappato. Alla fine, Geralt riesce a far precipitare il bestione ferito, il quale va ad impalarsi su di un albero caduto.

Sentiero IorvethModifica

Se hai con te il Pugnale di Philippa Eilhart, che ottieni solo se hai compiuto la missione "Il pugnale spezza-incantesimi", questa è l'occasione per usarlo. Oppure puoi anche decidere di uccidere la bestia o lasciarla in pace.

Se decidi di usare il pugnale magico, il drago riassume le sembianze di Saskia, la quale ti ringrazia per averla salvata e ti racconta molti dettagli nella successiva conversazione: Saskia è infatti la figlia di una tua vecchia conoscenza, Villentretenmerth.

Dopodiché ti riunisci con Iorveth (ed eventualmente con Triss), al quale puoi raccontare quale è stata la tua scelta con il drago. Infine, fai ritorno in città dove ti attende la resa dei conti con Letho.

Sentiero RocheModifica

A questo punto hai davanti a te due scelte: lasciar stare il drago, oppure porre fine alle sue sofferenze. Nota che se lo lascerai in vita, il drago non morirà, ma si riprenderà dalla sua ferita (siccome a quanto pare i draghi sono molto rapidi nella guarigione). Dopodiché, Geralt fa ritorno in città, riunendosi con Roche (ed eventualmente con Triss), dove ti attende la resa dei conti con Letho e l'Epilogo del gioco.

Dal diario Modifica

Geralt corse più velocemente che poteva verso Sheala de Tansarville. Nella sua testa, udiva la voce della maga... Più ascoltava, più sentiva il bisogno di catturarla. Tuttavia, Sheala aveva ancora un asso nella manica: il drago.
Se Geralt uccide il drago:
Sconfiggere il drago fu una delle gesta più incredibili di Geralt. Si trattò di uno scontro difficile, nel quale anche il più piccolo sbaglio poteva significare la morte. Tuttavia, un incarico ancora più difficile attendeva il witcher, stanco e ferito: doveva affrontare Letho.
Se Geralt non uccide il drago:
Geralt risparmiò la vita al drago... o forse dovrei dire a Saskia, poiché si trattava della ragazza, controllata dalle maghe. Seguendo il codice dei witcher, che vieta l'uccisione di mostri senzienti (non importa se tale codice sia reale o inventato), Geralt decise che il drago non era il suo vero nemico. Lo stesso non si poteva dire di Sheala e Letho... Il witcher aveva ancora un conto in sospeso con i due.

VideoModifica

|thumb|500px|left|Scontro finale

Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale