Fandom

Witcher Wiki

L'incubo di Baltimore

3 032pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

L'incubo di Baltimore è una missione del Capitolo II di The Witcher 2: Assassins of Kings.

Guida Modifica

Nota: se volete massimizzare i punti esperienza e riuscire a fare bene tutte le missioni, prima di avanzare con questa controllare la missione "Anche i muri hanno orecchie".

Nel corso della missione "A caccia di magia", trovi un cristallo magico che contiene il sogno di Baltimore. Successivamente, esplorando la Tana delle arpie, puoi osservare l'incubo grazie al congegno che si trova sulla cima dei picchi.

Una volta ricevuta la missione, dai un'occhiata al laboratorio di Baltimore che si trova nella zona nord-orientale di Vergen, a pochi passi del Cancello del metallurgico. Di fronte alla casa, il suo assistente Thorak, ha preso in gestione la bottega e si occupa adesso dei lavori di metallorgia del maestro. Parla con lui, che dopo la discussione, ti consegna la chiave per entrare nel laboratorio.

All'interno, puoi notare un muro di mattoni che puoi distruggere con Aard. Oltre il muro, raccogli degli appunti e una chiave. Quando esci dall'abitazione, Thorak ti ferma e ti domanda che cosa hai trovato. Puoi dirgli la verità, oppure mentirgli tenendo per te il segreto ed investigare più a fondo.

Segui quindi le indicazioni che trovi sugli appunti del nano:

  • "Inizia a cercare nel pozzo in cui risuona l'eco.": indi il Villaggio bruciato all'esterno di Vergen.
  • "Fai dieci passi verso il fiume, cammina a sinistra e non esitare. Ad appena venti passi, attraversa il mio cancello.": questa frase indica il cancello in rovina lungo il sentiero che conduce alla Vecchia cava, pochi passi a ovest del villaggio.
  • "Quello che ci mantiene sicuri. Raggiungi il luogo di riposo del patrono dei crocevia. Dovrai prendere tutte le strade, pure quella centrale è sicura." Questa volta devi dirigerti al crocevia con la statua nanica, da cui partono i sentieri che conducono alla Vecchia cava e al Covo dei troll. Prendi il sentiero che va alla cava.
  • "Cerca i segni di Ingrand e seguirai i miei piani." I segni di Ingrad di cui si parla, sono dei simboli magici che Geralt individue sulle rocce della cava. Puoi illuminarli con il medaglione Z. Si tratta di un cerchio con una linea in mezzo. La linea verticale indica una specifica direzione. L'ultimo segno punta verso ovest, dove nascosto sulla cima di una collinetta, trovi un forziere chiuso. Usa la chiave che hai trovato nel laboratorio di Baltimore e prendine il contenuto.
  • "Se sceglierai di andare a destra, presto troverai qualcuno in difficoltà. Di notte, quest'anima affogata punta la sua ombra verso il tuo obiettivo." Questa parte significa che devi fare ritorno al crocevia e prendere il sentiero a destra. Seguili fino a che raggiungi il Relitto dell'Eyla Tarn, che si trova a sud delle gole. Alla tua sinistra, proprio di fronte alla nave, dei cespugli coprono un cancello di pietra. Puoi rivelarlo dando fuoco alla vegetazione con Igni.

All'interno si trova una sorta di nascondiglio con un forziere e nel forziere, un Berretto di castoro, alcune rune e gli Appunti di Baltimore, che svelano il mistero sulla sua morte. Subito dopo, l'assassino del mastro di rune, Thorak ti si avvicina insieme ad altri tre compari. Thorak vuole che tu consegni quelle note a lui in cambio di 300 orens. Altrimenti, dovrai affrontarlo.

Se decidi di non consegnargli gli appunti, la battaglia che ti spetta può essere un po' difficile, dato che devi muoverti in uno spazio molto ristretto. Inoltre, i nani sono armati con armi che infliggono una notevole quantità di danni. Cerca di evitare di farti circondare e usa molto Quen. Usa anche la parata per ridurre i danni al minimo. Puoi anche fare largo uso di bombe.

Quando anche l'ultimo nano cade, cerca tra i restri di Thorak e prendi la sua chiave che ti sarà utile più avanti, nel corso della missione "Sospetto: Thorak". Anche il fatto che Thorak muoia o resti in vita, influisce sul successo di quest'ultima missione.

Fai ritorno infine da Cecil Burdon, raccontandogli l'accaduto. Ottieni 60 orens per i tuoi sforzi, la spada Gwyhyr e 300 PE.

Dal diario Modifica

Nella tana delle arpie Geralt sperimentò diverse meraviglie. Tra le altre, vide il sogno di Baltimore, un nano che un tempo era vissuto a Vergen. Baltimore era ormai morto e il suo sogno, nel quale scappava in preda al terrore, era diventato realtà. Tuttavia, prima che il witcher potesse scoprirlo, doveva trovare la casa del nano.
Geralt trovò l'edificio del sogno. Sembrava un laboratorio, e stava per entrarvi quando vide degli artigiani che battevano su alcune incudini lì vicino. Il witcher pensò che se c'era qualcuno che poteva essere al corrente del destino di Baltimore, di certo sarebbero stati quei nani.
Geralt aveva ragione: l'edificio del sogno era davvero il vecchio laboratorio di Baltimore. La sua casa era proprio lì accanto e ora ci viveva un nano di nome Thorak, il nuovo mastro runico di Vergen. Il witcher scoprì che l'antico proprietario era scomparso nel nulla alcuni anni prima e che tutti lo credevano morto. La storia incuriosì Geralt. Sapeva che Baltimore viveva nella paura, perciò suppose l'esistenza di un mistero dietro la scomparsa del nano. Decise di risolvere l'enigma e iniziò ispezionando accuratamente il laboratorio abbandonato dell'antico maestro runico che aveva avuto quel terribile incubo.
Sembra che i nani tendano a nascondere mappe e chiavi nelle vecchie fornaci. Geralt ripulì la propria scoperta dalla pece, e il curioso Thorak non obiettò di fronte alla distruzione della sua fornace. Gli appunti erano scritti nella lingua antica, un idioma che il witcher conosceva bene, e dicevano: "Inizia a cercare nel pozzo in cui risuona l'eco. Fai dieci passi verso il fiume, cammina a sinistra e non esitare. Ad appena venti passi, attraversa il mio cancello. Quello che ci mantiene sicuri. Raggiungi il luogo di riposo del patrono dei crocevia. Dovrai prendere tutte le strade, eppure quella centrale è sicura. Cerca i segni di Ingrand e seguirai i miei piani. Se sceglierai di andare a destra, presto troverai qualcuno in difficoltà. Di notte, quest'anima affogata punta la sua ombra verso il tuo obiettivo". Geralt sapeva che il segno di Ingrand è il simbolo del patrono delle guide, un cerchio con una linea che punta sempre verso un rifugio.
Geralt capì che Thorak fingeva soltanto di essere indifferente, ma che, in realtà, era molto interessato alla ricerca. Al witcher il nano non piaceva. Il nostro eroe decise di continuare le sue indagini tenendo d'occhio Thorak. Innanzitutto, doveva decifrare gli appunti...
Il witcher trovò uno dei segni di Ingrand e seguì la direzione indicata dalla linea.
Seguendo i segni di Ingrand, Geralt trovò una chiave nascosta da Baltimore... Ora doveva soltanto cercare la serratura corrispondente. Il witcher esaminò gli appunti e imboccò il secondo sentiero.
Thorak aveva pedinato Geralt per tutto il tempo, con la coscienza sporca. La lettera trovata dal witcher era la prova inconfutabile che Thorak aveva ucciso Baltimore. Il nostro eroe decise che l'anziano di Vergen doveva esserne informato.
Cecil Burdon restò affranto dalla notizia del crimine di Thorak... In un colpo solo, aveva scoperto un assassino e perso un mastro runico. L'anziano si mise a riflettere sulla situazione, senza però dimenticarsi di ricompensare il witcher per aver risolto il mistero.
Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso