Fandom

Witcher Wiki

Sorelle

3 032pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Tw2 screenshot bruxa.jpg

Lo spirito maligno

Sorelle è una missione secondaria del Capitolo II di The Witcher 2: Assassins of Kings. E' possibile ottenere questa missione solo se hai scelto il sentiero Roche.

GuidaModifica

Nella zona ovest del campo kaedweniano, Geralt nota un soldato malmenato e deriso dai suoi compagni. Parlando con lui, scopre che si chiama Mavrick e che il motivo della sua sfortuna è di aver visto uno spettro, una notte mentre si trovava sulla spiaggia, nei pressi della capanna sulla collina. Terrorizzato è tornato al campo urlando e con i pantaloni sporchi di feci, motivo per cui gli altri soldati se ne fanno beffe. Se decidi di aiutarlo a risolvere il suo problema, devi recarti alla scogliera dove sorge la capanna abbandonata, a sud-ovest del campo militare. La capanna è evidentemente abbandonata. Esplorando la zona, noti un piccolo cimitero sul retro con quattro tombe. Sulle lapidi, oltre ai nomi, sono incisi anche dei simboli.


Tw2 screenshot moira.jpg

Moira

Tw2 screenshot marissa.jpg

Mariss

Tw2 screenshot murron.jpg

Murron

Tw2 screenshot malget.jpg

Malget

Torna indietro alla capanna e rimuovi il gruppo di barili sul lato sinistro con Aard. Scopri una botola nascosta che conduce in una cantina sotterranea. Su tre lati della stanza ci sono dei piccoli altari con delle candele, ornati con ossa e teschi, probabilmente oggetti di magia nera. Osserva che i gli ornamenti compongono dei simboli simili a quelli che hai visto sulle lapidi. In pratica, accendendo le candele nel coretto ordine apri una porta segreta nella cantina. Se sbagli l'ordine, un wraith compare e ti attacca. L'ordine con cui vanno accese le candele è quello della tomba di Malget. Entra nella stanzetta segreta e predi gli appunti che trovi sulla scrivania. In questo modo attivi la missione "Il caso del mago", che puoi portare a termine nel successivo Capitolo III.

Infine non ti resta che attendre la notte sulla spiaggia, oppure meditare fino alle 23:00. Compaiono tre wraith, che dicono al witcher che Mavrick è colpevole di aver ucciso le tre sorelle che abitavano nella capanna e quindi lo stanno tormentando per avere vendetta. Gli spiriti chiedono che di portare il soldato, così che possano ucciderlo. Puoi decidere di creder a questa storia oppure no. Se decidi di uccidere gli spiriti, torna al campo per dire a Mavrick che lo hai liberato dal suo problema e ricevi 50 PE. Altrimenti, dovrai fare ritorno al campo kaedweniano in ogni caso per parlare con Mavrick.

Mavrick racconta la sua versione della storia, discolpandosi da ogni accusa. A questo punto, non puoi fare altro che credere alla sua versione dei fatti e decidere così di uccidere lo spirito maligno, oppure decidere che Mavrick sta mentendo. Nel secondo caso, l'uomo in preda alla disperazione, decide di occuparsi da solo del problema. Quando fai ritorno alla spiaggia, noti che è stato smembrato e fatto a pezzi dal wraith, il quale infine ti ringrazia per avergli portato la vittima e sopratutto, per aver scioccamente creduto alla sua storia. Infatti, Mavrick che prima abitava in quella casa sulla collina, aveva solo due sorelle (non tre) e un fratello. Infine lo spettro scompare ed evoca un demone (un bullvore) che ti attacca. Quando lo hai ucciso, raccogli dai resti del mostro uno schema per una spada.

Tw2 screenshot bruxa2.jpg

Se invece decidi di credere alla storia di Mavrick, puoi chiedere il suo aiuto per eliminare il demone malvagio. Recati con lui sulla spiaggia e preparati allo scontro con tre wraith. Dovrai anche tentare di difendere il soldato, prima che i mostri lo facciano fuori. Infine ricevi 600 PE, insieme con la ricompensa pattuita all'inizio della missione. A questo punto Mavrick ti racconta l'intera storia, dicendo che suo padre (Malget, una sorta di pazzo sacerdote e negromante) aveva ucciso suo fratello e le sorelle durante la guerra, dopo essere stati violentati dai soldati nilfgaardiani. Mavrick sostiene che alla fine suo padre si è suicidato, anche se vi sono forti indizi che in realtà sia stato proprio lui ad ucciderlo, probabilmente per vendetta.

NoteModifica

  • Talvolta anche se nel diario è scritto di esplorare la spiaggia e i dintorni, gli spiriti non compaiono dove dovrebbero. In questo caso, vai alla spiaggia, medita fino alle 23:00, l'ora in cui gli spiriti compaiono.
  • IMPORTANTE: Non parlare con Dethmold circa gli appunti che hai trovato, nella missione "Il caso del mago", prima di aver completato questa missione. Altrimenti gli spettri non compariranno sulla spiaggai!
  • Anche se nel diario e in questa guida, questi spettri sono indicati come wraith, nel gioco hanno le sembianze di una Bruxa. Queste ultime in effetti non compaiono da nessuna parte nel gioco.

Dal diarioModifica

Mentre Geralt si aggirava per il campo, assistette a uno spiacevole incidente: uno dei soldati venne bruscamente insultato e picchiato, con derisione e sprezzo al posto dei commiati. Non sembrava una normale rissa tra ubriachi. Il witcher aveva un certo intuito nel trovare i lavori, e fiutò la presenza di un mistero dietro questo episodio. Si avvicinò al soldato per scoprire cosa stava succedendo.
Il soldato deriso si chiamava Mavrick ed era un veterano della battaglia di tre anni prima, eppure non era rispettato, poiché se l'era fatta addosso dopo l'incontro notturno con uno spettro, sulla spiaggia. L'incidente aveva distrutto la vita di Mavrick, e non c'è da stupirsi se decise di assoldare un witcher per liberarsi da quell'incubo. Sperando d'incontrare il fantasma, Geralt decise di recarsi di notte sulla spiaggia. Inoltre, la pista portava anche alla casa isolata sulla scogliera. Il witcher sapeva bene che l'apparizione di un wraith è sempre legata a una storia, perciò decise di passare a parlare con Liva, un medico dei seguaci del campo. Tre anni prima, la ragazza aveva aiutato i feriti della battaglia, perciò poteva dimostrarsi una miniera d'informazioni.
Geralt era interessato alla casa sulla scogliera e fece un po' di domande tra gli aiutanti del campo. Una di loro, Liva, gli raccontò come l'edificio era appartenuto a Malget, un guaritore. Tre anni prima, mentre il ciarlatano si occupava dei feriti della battaglia, qualcuno aveva ucciso le sue figlie. In preda alla disperazione, Malget si era gettato dalla scogliera.
Geralt esaminò la casa sulla scogliera e scoprì che era disabitata da tempo. Tuttavia, sapeva per esperienza che gli edifici abbandonati nascondono spesso orribili segreti... Decise pertanto di dare un'occhiata alla zona circostante.
Ispezionando la casa e i suoi dintorni, il witcher scoprì l'ingresso di una cantina, dove trovò alcune tracce di antichi rituali magici. Il nostro eroe iniziò a esaminare con cura la scena, alla ricerca d'indizi sul passato dell'edificio.
Quando Geralt illuminò i totem rituali nell'ordine corretto, ne scaturì una magia che rivelò l'accesso a una stanza segreta. Il witcher iniziò a ispezionarla.
Geralt trovò delle vecchie carte nella cantina della casa sulla collina. Un'antica regola dice che non bisogna ignorare i documenti che si trovano in una casa infestata, ma quei fogli non riguardavano direttamente il caso di Mavrick. Pertanto il witcher li nascose nuovamente e si rimise al lavoro.
Nel cimitero c'erano tre lapidi con i seguenti nomi: Moira, Marisa e Murron. Geralt trovò anche l'ultima dimora del ciarlatano. Sembrava strano che qualcuno avesse ripescato il cadavere di un suicida per seppellirlo, quindi il witcher iniziò a considerare l'ipotesi che questi non si fosse davvero ucciso. Il nome Murron... senza dubbio maschile... era un altro mistero.
Gli spettri sostennero che il responsabile della loro esistenza dannata fosse in realtà Mavrick: era stato lui ad assassinare le tre sorelle, le quali, tornate sotto forma di wraith, bramavano vendetta. La storia sembrava poco chiara e piena di mezze verità, così Geralt decise di non agire affrettatamente. Non era sicuro se credere a Mavrick o alle anime irrequiete.
Geralt incalzò Mavrick e scoprì che, secondo alcune voci, Malget aveva stretto un patto con i demoni. Forse questo poteva significare che i misteriosi spettri avevano in qualche modo posseduto Mavrick quando si trovava nella dimora di Malget, e ora volevano qualcosa dal soldato...
Se Geralt crede alla versione di Mavrick:
Geralt accettò d'incontrare Mavrick sulla spiaggia, un'ora prima di mezzanotte. Voleva risolvere il mistero, e sperava che dopo quella notte sarebbe riuscito a stabilire chi diceva la verità.
Gli spettri provarono a ingannare Geralt, ma il witcher sapeva come separare i buoni dai cattivi, e capì che Mavrick era innocente. Ora doveva solo rispedire nell'aldilà lo spirito malvagio.
Gli spettri furono sconfitti e il contributo di Mavrick per la vittoria fu degno di nota, poiché lottò come un leone a fianco del witcher. Geralt completò il lavoro e svelò il segreto di Malget: il guaritore aveva ucciso le sue stesse figlie durante la guerra. Solo suo figlio era sopravvissuto... Mavrick, che aveva ucciso il padre per vendicare le sorelle. I fantasmi avevano infestato Mavrick poiché volevano che si unisse a loro nell'aldilà. Ma i fratelli non dovrebbero raggiungere l'indipendenza? Bah...
Se Geralt non crede alla storia di Mavrick:
Geralt osservò attentamente gli eventi e decise che Mavrick era colpevole, consegnandolo agli spettri vendicativi. Sapeva che, una volta saziata la propria brama, sarebbero ascesi verso l'aldilà e avrebbero smesso di tormentare i viventi.
Ma Geralt si rivelò essere uno stolto: le apparizioni lo ingannarono, convincendolo a lasciar morire un uomo innocente.
Alla fine, Geralt si dimostrò piuttosto ingenuo: permise allo spirito malvagio di acquisire potere, causando la morte di un uomo innocente e sopravvivendo a malapena.


Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso